Home
 
    
Il progetto
Contesto
Finalità
Giornalino
News
Prima pagina
Officina dello scrittore
Racconti
Gemellaggio con Oviedo
Presentazione
Attività opzionali
Cineforum
CLIL inglese
Corsi sportivi
Laboratorio artistica
Laboratorio cucina
Laboratorio musica
Laboratorio scienze
Linguaggio del corpo
Manualità
Metodo di studio
Robotica
Scrittura creativa
La Valle dei Laghi
Calavino
Lasino
Vezzano
Attività formative
Somalia
In classe
Uscite
Attività alunni
Concorso fotografico
Modellazione 3D
Progetto google
Robotica
Siti
Arte
Didattica
Generali
Grafica
Informatica
Letteratura
Tecnologia
Passatempi
Risolvi l'enigma
Racconti
Letture
Giovani scrittori
Contesto

 

 

All'interno del corpo docente del nostro Istituto si sono recentemente sviluppati interesse e curiosità verso le nuove metodologie didattiche supportate dalle TIC (tecnologie per l'informazione e la comunicazione). Questo anche grazie alle sperimentazioni, prove e presentazioni di alcuni docenti che hanno frequentato i corsi provinciali di formazione in questo settore.

A queste sperimentazioni hanno già partecipato spontaneamente alcuni docenti. Altri hanno manifestato disponibilità ad un utilizzo delle TIC a supporto delle loro discipline. È nata quindi l'esigenza di formalizzare e supportare la volontà di lavorare in questa direzione. L'aggiornamento d'istituto per l'anno scolastico 2008-2009 è stato infatti volto a formare i docenti, sfruttando le competenze già esistenti all'interno della scuola, nel settore delle Nuove Tecnologie per la didattica.

Il gruppo eterogeneo, per disciplina, che aderisce a questa iniziativa garantisce una buona diffusione dell'utilizzo delle TIC a supporto di tutte le materie d'insegnamento nelle scuole dell'Istituto.

Si intende lavorare per il raggiungimento di nuove competenze da parte dei docenti interessati. Si vuole, attraverso l'uso consapevole e integrato delle TIC, avviare una seria ricerca di metodologie di insegnamento innovative ed efficaci, in grado di rispondere alle sempre nuove esigenze dell'alunno del XXI secolo, secondo gli obiettivi indicati dall'UE come competenze irrinunciabili dei nuovi cittadini del mondo.

Si intende anche lavorare per creare modelli di formazione comuni e condivisi, in un clima positivo per un apprendimento permanente e autonomo.